CONDIVIDI L'ARTICOLO

L’ordinanza della Corte d’Appello civile di Roma (Sez. 1° – est. Romandini) in commento e qui pubblicata, anche se in poche righe, costituisce un raro e meritevole precedente in ordine alla sempre più avvertita esigenza di un rigoroso e tecnico accertamento del superamento del TSU in tema di contratti bancari; e ciò al di fuori di acritiche, superficiali e purtroppo anche preconcette statuizioni dei giudici di merito sul punto.

Affermare che “il giudice di prime cure avrebbe in maniera assolutamente apodittica escluso la sussistenza della natura usuraria se effettivamente vi sia stato o meno il superamento del tasso soglia ..”e” a prescindere   dalle mere prospettazioni in punto di diritto sulla cumulabilità o meno degli interessi moratori e di quelli corrispettivi”comporta due rilevanti considerazioni:
a) occorre che finisca  la triste e nefanda stagione giurisprudenziale di merito sulla quasi sempre acritica e immotivata esclusione della sussistenza dell’usura, al di fuori di rigorosi accertamenti da espletare mediante consulenza di ufficio non solo esplorativa  (obbligatoria secondo l’ormai consolidato indirizzo di legittimità in materie di particolare complessità tecnica quale quella in esame);
b) altrettanto occorre che finisca lo sciatto rigetto di domande di accertamento dell’usura da parte di molti giudici di merito sulla base di deprecabili “copia e incolla” di argomentazioni e motivazioni “apparenti”, adottate in una deprecabile  omologazione di sistema, come quella ormai tralaticia del divieto di cumulo tra interessi moratori e corrispettivi, senza andare a fondo sulla comunque contestuale rilevanza di entrambi tali tipi di interessi (come evidenziato nei più recenti studi di matematica finanziaria) ai fini del calcolo dell’usura.

Bruno Spagna Musso

Scarica >> Corte d’Appello di Roma 16.5.19

1 Commenti

  1. E’ lecito che una finanziaria che per un ritardo di un pagamento di una rata di 15 giorni applica un interesse di mora di circa 70 euro ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *